DIETA

Sesso e cibo, una relazione speciale conosciuta da millenni. Quando si vuole conquistare l'anima gemella, niente funziona meglio delle delizie culinarie. Fortunatamente la lista dei cibi con presunte proprietà afrodisiache è lunga e variegata, con qualcosa per tutte le stagioni: dal peperoncino alle ostriche, dalle fragole all'aragosta (o molluschi), magari con un pizzico di noce moscata, zenzero, ginseng o zafferano. In poche parole, preparare la cena perfetta per una serata a casa non è difficile, forse si può tenere a mente qualche tradizione popolare. Ma funziona davvero? La scienza, d'altro canto, non la pensa esattamente così. Infatti, la maggior parte delle analisi condotte non sembra confermare un'azione biologica del cibo che giustifichi un aumento del desiderio. Ma anche se non funziona per il corpo, il cibo potrebbe comunque agire sulla mente.

Ecco quello che pensano molti psicologi: potrebbe trattarsi del potere della suggestione o, più scientificamente, di un effetto placebo, o di associazioni a eventi del passato (il primo appuntamento?) o delle caratteristiche del cibo in sé come la forma, la temperatura, la consistenza. In ogni caso, l'importante è che il cibo evochi pensieri e sortisca l'effetto desiderato. Il cioccolato, il principe dei cibi afrodisiaci, merita una menzione a parte e non è un caso che non sia stato citato finora. Da circa 30 anni, gli studi sull'argomento si sono sempre contraddetti gli uni con gli altri: alcune ricerche dimostravano che il consumo di cioccolato non aumentava in alcun modo il desiderio, mentre altre suggerivano che delle sostanze contenute nel cacao, come la feniletilammina, i flavonoidi o la serotonina, potevano favorire l'attività sessuale e la funzione genitale in entrambi i sessi. Una nutrizione adeguata e, in generale, uno stile di vita sano, svolgono un ruolo cruciale anche nella fertilità. Gli esperti ricordano che, ad esempio, la vitamina C e altri ossidanti contenuti nel cibo aiutano a prevenire i difetti degli spermatozoi e a migliorarne la motilità; lo zinco e l'acido folico ne evitano l'agglutinazione e ne promuovono la vitalità; l'alcol, invece, può ridurre i livelli di testosterone e aumentare il numero di spermatozoi deboli. Quindi OK a ostriche, arance, uva, broccoli, fagioli, pomodori e frutta secca: bon appétit!

HUB-2

Letture consigliate

  • Kotta, S., Ansari, S., H., Ali, J., Exploring scientifically proven herbal aphrodisiacs, Pharmacogn. Rev.
  • Shamloul, R., Natural Aphrodisiacs, J Sex Med 2010; 7; 398.
  • Sharma, R., Biedenharn, K.R., Fedor, J.M., Agarwal, A., Lifestyle factors and reproductive health: taking control of your fertility, Reproductive Biology and Endocrinology 2013, 11:66.
arrow top