Non ci può essere felicità senza amore?
Parliamo di sesso

Non ci può essere felicità senza amore?

Cercare l'amore sperando così di trovare anche la felicità potrebbe non essere necessariamente la strategia più azzeccata. Perché non esistono evidenze certe che avere una relazione, stabile o meno che sia, renda sistematicamente più felici che rimanere single per la maggior parte della propria vita. Lo suggerisce oggi uno studio su Journal of Positive Psychology dei ricercatori della Michigan State Univerisity, che hanno chiesto a oltre settemila persone di stimare quanto, da adulti, fossero o meno stati felici nella loro vita, cercando di correlare il dato con la loro personale storia affettiva.

Del campione analizzato il 79% era stato sposato per la maggior parte del tempo, l'8% per lo più single o non sposato, e il 13% aveva avuto una vita affettiva più movimentata e con più storie. Analizzando le risposte che i partecipanti avevano dato in un test teso a misurare quanto si sentissero o meno felici, i ricercatori non hanno osservato grandi differenze nei diversi gruppi.

 Nessuna differenza tra chi era stato per lo più single o con diverse storie affettive nel corso della propria vita, ma differenze sostanziali non sono state osservate neanche con le persone sposate per la maggior parte del loro tempo, che risultavano essere solo leggermente più felici, scrivono i ricercatori. “Quando si tratta di felicità, essere o meno in una relazione raramente racconta l'intera storia”, ha spiegato William Chopik, tra gli autori del paper.

“Le persone possono certamente trovarsi in relazioni infelici, e i single trovare piacere da altro nelle loro vite, come le amicizie, gli hobbies e il lavoro. In retrospettiva, se lo scopo è trovare la felicità, sembra abbastanza sciocco per le persone mettere così tanto impegno nel trovarsi un compagno”.

Al netto di tutte le limitazioni dello studio, come il fatto che analizzando unicamente lo stato maritale delle persone si possono perdere altri fattori che pure influenzare la soddisfazione e il benessere, come lo stato di salute e il lavoro o la presenza di figli, che a loro volta possono anche influenzare le relazioni, notano gli autori.

HFTHQ 20-31
Referenze bibliografiche
Journal of Positive Psychology

Potrebbero interessarti anche