Meglio tenere sotto controllo le gengive

La parodontite è un’infiammazione cronica dei tessuti che circondano i denti, e rappresenta la principale causa di mobilità e caduta dei denti in età adulta. Si tratta di un disturbo causato da infezioni batteriche ricorrenti, che può rappresentare un pericolo anche molto lontano dalla bocca. La parodontite sarebbe infatti collegata anche a una maggiore incidenza di problemi della sfera sessuale, e in particolare di disfunzione erettile. A suggerirlo è uno studio cinese, che ha analizzato i dati contenuti in cinque ricerche precedenti, pubblicate tra il 2009 e il 2014, per un totale di oltre 213 mila partecipanti di età compresa tra i 20 e gli 80 anni. I risultati dello studio, pubblicati sull’International Journal of Impotence Research, esprimono un legame tra parodontite e disfunzione erettile particolarmente accentuato negli uomini sotto i 40 anni e al di sopra dei 59. Una volta corretti i dati per tenere conto di patologie croniche come il diabete, che aumentano l’incidenza di entrambi i disturbi, la disfunzione erettile è risultata comunque circa 2,20 volte più comune negli uomini che soffrono di parodontite. Un legame poco noto, che andrebbe invece sottolineato con attenzione da medici e dentisti, per incentivare il trattamento precoce dei disturbi gengivali. “Il trattamento della parodontite cronica può controllare ed eliminare l’infiammazione - sottolinea il coordinatore dello studio Zhigang Zhao, della Guangzhou Medical University – e potrebbe ridurre sensibilmente il rischio di soffrire di disfunzione erettile”.

HFTHQ17001h