Salute femminile, la frequenza dei rapporti sessuali potrebbe influenzare l'età della menopausa

Fra sesso e menopausa c'è un legame: una vita sessuale attiva, con rapporti una volta a settimana o anche una volta al mese, è collegata a una menopausa che compare più tardi. Lo afferma uno studio, condotto da due ricercatrici dello University College London, pubblicati sulla rivista Royal Society Open Science. Nello studio, le autrici, Megan Arnot e Ruth Mace, hanno analizzato i dati di quasi 3.000 volontarie per 10 anni. Nella maggior parte dei casi, le donne, di età media di 45 anni, avevano figli ed erano sposate oppure comunque convivevano con un compagno.

Le partecipanti hanno risposto a un'intervista sulla loro abitudini sessuali, dalla frequenza dei rapporti al sesso orale, dalle carezze col partner all'auto-stimolazione. Le ricercatrici hanno poi messo in relazione questi dati con quelli della menopausa. E hanno osservato che per le donne che avevano rapporti una volta a settimana la probabilità di entrare in menopausa a una determinata età era più bassa del 28% rispetto a quella delle partecipanti della stessa età che avevano un'intimità col partner meno di una volta al mese. Mentre nel caso di rapporti una volta al mese la probabilità si abbassava comunque del 19%. Le scienziate si sono anche chieste se la convivenza col partner, dunque l'esposizione ai feromoni maschili, possa avere un effetto sulla menopausa. Ma in questo caso la risposta è negativa.  

Le ragioni del legame fra sesso e menopausa sarebbero sia fisiologiche sia evolutive, secondo le ricercatrici. Se una donna non ha rapporti sessuali, dunque non c'è la possibilità che rimanga incinta, il nostro corpo decide di spostare le energie investite nell'ovulazione verso altre attività, incluso un maggior coinvolgimento nella cura dei nipoti. Questa idea è peraltro contenuta nella teoria della Grandmother Hypotesis, secondo cui la menopausa originariamente ha subito un'evoluzione allo scopo di ridurre i conflitti riproduttivi fra madri e figlie e per far sì che le donne con una famiglia formata, con figli e nipoti, potessero dedicare le loro energie verso la cura di questi ultimi.

HFTHQ 20-06