Esercizi per il pavimento pelvico contro l’eiaculazione precoce

Un rimedio “naturale” per i tre milioni e mezzo di italiani che vivono l’eiaculazione precoce in modo problematico: la ginnastica. È quanto emerge da un nuovo studio presentato da Antonio Pastore, urologo della Sapienza Università di Roma, al Congresso Europeo di Urologia di Stoccolma: esercitare i muscoli del pavimento pelvico sembra essere efficace per durare più a lungo sotto le lenzuola, anche nelle persone che non rispondono ai trattamenti farmacologici tradizionali. Secondo la definizione della International Society of Sexual Medicine, si può parlare di eiaculazione precoce quando questa avviene “entro un minuto” dall’inizio del rapporto sessuale.

L’équipe di Pastore ha selezionato 40 uomini tra 19 e 46 anni che soffrivano del disturbo e ha fatto eseguire loro esercizi di potenziamento del pavimento pelvico per 12 settimane di seguito, misurando il tempo prima dell’orgasmo durante il periodo di allenamento. Precedentemente, gli uomini avevano provato diverse terapie senza registrare miglioramenti significativi. I risultati sono stati positivi: all’inizio del trial, il tempo medio prima dell’eiaculazione era di 31,7 secondi. Dopo l’allenamento è salito a 146,2 secondi, un aumento di oltre quattro volte e non più classificabile come condizione patologica. In particolare, 33 uomini su 40 hanno riportato miglioramenti significativi, 5 di essi non hanno misurato variazioni e 2 hanno abbandonato la  sperimentazione prima del termine. Tredici pazienti, inoltre, hanno continuato l’allenamento per sei mesi, mantenendo i miglioramenti ottenuti.

Gli esercizi del pavimento pelvico sono già usati per il trattamento dell’incontinenza maschile, specialmente conseguenti a operazioni chirurgiche come quella per il cancro alla prostata, e sono stati testati anche per la cura dell’impotenza temporanea. “Si tratta di un primo studio”, commenta Pastore, “e i risultati devono essere verificati su campioni più grandi. Nonostante questo, gli effetti sembrano essere molto positivi. Gli esercizi di riabilitazione sono semplici e non hanno effetti collaterali. Inoltre, il fatto che gli uomini sono in grado di migliorare la propria vita sessuale solo con le proprie forze aumenta anche l’autostima”.

HFTHQ 20-07