TRATTAMENTO

Quando il peggioramento dei sintomi dell'iperplasia prostatica benigna arriva a influenzare negativamente la qualità della vita del paziente, è possibile somministrare delle cure che possono essere farmacologiche o, per i casi più gravi, anche chirurgiche, adottando tecniche molto innovative. Durante l'evoluzione della malattia è essenziale il supporto di un medico, che suggerirà il percorso migliore da seguire e identificherà una cura che sia efficace e accettabile per il paziente. Il passo più importante è la prima visita dall'urologo per valutare la situazione iniziale e il grado di avanzamento della patologia.

HUB-2

Letture consigliate

  • Dhingra, N., Bhagwat D., Benign prostatic hyperplasia: An overview of existing treatment, Indian J. Pharmacol.
  • Djavan, B., Remzi, M., Erne, B., Marberger, M., The pathophysiology of benign prostatic hyperplasia, Drugs Today.
arrow top