CHE COSA FARE

Si tratta di una malattia molto comune, ma circa il 50% degli uomini con la IPB non lamenta sintomi né disturbi, quindi non sono necessari trattamenti specifici. Una volta diagnosticata la IPB, l'urologo continuerà a monitorare la situazione per intercettare in tempo utile eventuali peggioramenti della patologia. Sebbene non sia possibile agire sui fattori di rischio principali quali invecchiamento o storia familiare della IPB, esistono altri fattori di rischio che possono essere modificati con qualche sforzo: sovrappeso, vita sedentaria, dieta povera di frutta e verdura e abuso d'alcol.

Anche per gli uomini che sviluppano i fastidiosi sintomi di questa condizione è possibile prendere delle precauzioni per limitarne la severità o per eliminarli del tutto. Ad esempio, evitare l'assunzione di caffè, alcol e altre bevande diuretiche che spingono il corpo a espellere i fluidi più velocemente, inducendo a una minzione più frequente. Anche alcune medicine possono influenzare la minzione e, se possibile, sarebbe meglio evitarle: antistaminici, decongestionanti (tipo spray nasali) e altri farmaci antiallergici.

Una strategia utile è quella di limitare il consumo di liquidi nelle situazioni in cui urinare può essere imbarazzante o complicato; tuttavia questo approccio deve essere utilizzato solo in casi specifici poiché l'assunzione giornaliera complessiva di fluidi non dovrebbe essere inferiore ai 2,5-3 litri, per evitare il rischio di infezioni del tratto urinario. Inoltre è possibile allenare la vescica a contenere più urina, ad esempio cercando di trattenerla più a lungo del normale prima di andare in bagno, oppure ricorrendo alla tecnica del doppio svuotamento, che consiste nell'urinare due volte a distanza di pochi minuti. Così facendo si aumentano le probabilità di svuotare completamente la vescica prima di uscire dal bagno.

HUB-2

Letture consigliate

  • Wilt, T.J., N'Dow, J., Benign prostatic hyperplasia. Part 2—management, BMJ.
  • Muruganandham, K., Dubey, D., Kapoor R., Acute urinary retention in benign prostatic hyperplasia: Risk factors and current management, Indian J. Urol.
  • Elhilali, M., Vallancien, G., Emberton, M. et al., Management of acute urinary retention (AUR) in patients with BPH: A worldwide comparison, J. Urol.
  • Bradley, C.S. et al., Evidence for the Impact of Diet, Fluid Intake, Caffeine, Alcohol and Tobacco on Lower Urinary Tract Symptoms: A Systematic Review, J. Urol.
  • Fitzpatrick, J. et al., Management of acute urinary retention: a worldwide survey of 6074 men with benign prostatic hyperplasia, BJU Int.
arrow top