Gravidanza, cambia anche il desiderio sessuale

La gravidanza è un periodo di grandi cambiamenti per la donna. Cambiamenti che, a quanto pare, coinvolgono anche l'attrazione verso l’altro sesso. Le donne incinte, infatti, sarebbero attratte non tanto dall'aspetto fisico e dalla mascolinità, ma da elementi del carattere come l'affidabilità, anche finanziaria, la responsabilità e la gentilezza.

A mostrarlo è uno studio condotto da due antropologhe della California State University a Fullerton. I risultati sono pubblicati su Evolution and Human Behavior. Le ricercatrici hanno analizzato i comportamenti e le percezioni legati alla sfera sessuale di 112 donne incinte. Il desiderio sessuale verso il proprio compagno si mantiene acceso, anche durante la gravidanza, se la donna percepisce che il proprio partner è stabile, comprensivo, propenso a investire le proprie energie nella famiglia e abbia un buon livello economico e sociale. E lo studio dimostra che l'attrazione sessuale, durante la gravidanza, è scollegata dall'aspetto esteriore e dalla valutazione fisica del compagno.

Il desiderio rimane attivo, però, anche quando la donna percepisce una minaccia nella relazione di coppia e nella sua stabilità. Finora, le ricerche legate alla sessualità femminile si sono concentrate sulle ragioni fisiologiche e evolutive per cui una donna tende a cercare partner che possano aumentare la probabilità di rimanere incinta. Lo studio della California State University conferma che anche quando questo “obiettivo” è stato raggiunto, i desideri e i comportamenti sessuali possono seguire una logica, in termini evolutivi, legata al sostegno della famiglia da diversi punti di vista, affettivo, economico e sociale.

HFTHQ 20-08