Eiaculazione precoce

questione (anche) di girovita

L'eiaculazione precoce è un disturbo legato a una molteplicità di fattori. E, sebbene sia un problema curabile, almeno in certa misura, è bene ricordare che su alcuni di questi fattori di rischio possiamo intervenire in prima persona. Uno su tutti: il girovita. Come conferma un recente studio pubblicato sull'International Journal of Impotence Research, le dimensioni del girovita sono strettamente correlate al rischio di soffrire di eiaculazione precoce: perdere i chili di troppo potrebbe quindi essere un metodo per diminuire il problemia sotto le lenzuola. Lo studio in questione, svolto su oltre cento uomini, sembra dimostrare che i problemi di eiaculazione insorgerebbero superando i 100 centimetri (40 pollici) di girovita. Il 51% dei partecipanti affetti da eiaculazione precoce rientrava inoltre nei parametri clinici necessari per una diagnosi di sindrome metabolica, classificata in questo caso per la presenza di almeno tre dei seguenti sintomi: pressione alta, alti livelli di glucosio nel sangue, girovita sopra i 100 centimetri, alti livelli di trigliceridi, e bassi livelli di hdl (il cosiddetto colesterolo buono). Una diagnosi che aumenta i rischi di sviluppare diabete e malattie cardiovascolari, ma che sembra una pessima notizia anche per la salute sessuale: i pazienti con una sospetta sindrome metabolica hanno dimostrato di eiaculare molto più rapidamente, con una media di un minuto e 49 secondi, contro i 3 minuti e 43 raggiunti in media dagli altri

HFTHQ17001e