COME RICONOSCERLA

Il termine "disfunzione erettile" o "impotenza" si riferisce al disturbo maschile che implica l'incapacità di avere o mantenere un'erezione durante un rapporto sessuale. Questo disturbo è più comune di quanto si pensi, soprattutto perché molte diagnosi rimangono "sommerse" a causa del fatto che la maggior parte degli uomini colpiti tende a non parlarne. I dati epidemiologici rivelano che nel 1995 ne soffrivano circa 152 milioni di uomini al mondo e, secondo le stime, questa cifra potrebbe raggiungere i 322 milioni entro il 2025.

Come accennato, il sintomo principale della disfunzione erettile è l'incapacità regolare o ripetuta di avere o mantenere un'erezione. Essenzialmente esistono due tipi di cause: fisiche e psicologiche. Le conseguenze sono le stesse in entrambi i casi: di solito la difficoltà o impossibilità di avere rapporti sessuali genera bassa autostima, stress, relazione insoddisfacente e peggioramento della qualità della vita. Si entra così in un circolo vizioso in cui questi problemi portano al peggioramento della disfunzione erettile stessa. Quando la disfunzione erettile ha un'origine fisica, di solito è vascolare e/o ormonale. La sindrome metabolica, che causa problemi vascolari e carenza di testosterone, è spesso associata alla disfunzione erettile. I fattori di rischio conosciuti per lo sviluppo del disturbo possono essere genetici o legati allo stile di vita e includono il diabete, le malattie cardiovascolari, l'ipertensione, l'insufficienza renale, l'invecchiamento, l'obesità, l'assunzione di determinati medicinali (in particolare alcune chemioterapie e antidepressivi), l'uso di droghe e il tabagismo.

Diversi studi recenti hanno dimostrato che appropriate modifiche nello stile di vita possono migliorare la funzione sessuale negli uomini con disfunzione erettile. Dall'altro lato, i fattori psicologici sono più comuni nei giovani, soprattutto negli adolescenti alle loro prime esperienze, e sono principalmente collegati all'ansia da prestazione, allo stress o a disturbi mentali come la depressione, la schizofrenia, gli attacchi di panico, la bassa autostima o problemi di identità sessuale. Va sottolineato che l'occasionale fallimento nel raggiungere o mantenere un'erezione non è indicativo di una disfunzione erettile. Questi episodi possono avere numerose cause, tra cui situazioni di stress fisico e mentale, un nuovo partner, paura della gravidanza, raggiungimento di molte erezioni ed eiaculazioni in un breve periodo di tempo. Quando questo avviene, è importante non preoccuparsi: la paura di non raggiungere l'erezione come fattore di stress può provocare essa stessa la disfunzione erettile.

HUB-2

Letture consigliate

  • Hatzimouratidis, K., Giuliano, F., Moncada, I., Muneer, A., Salonia, A., Verze, P., EAU Guidelines on Erectile Dysfunction, Premature Ejaculation, Penile Curvature and Priapism, European Association of Urology, 2017, pp. 7-10
  • Kendirci, M., Nowfar, S., Hellstrom, W.J.G, The impact of vascular risk factors on erectile function, Drugs of Today 2005.
  • Mulhall, J. P., Jenkins, L. C., Nocturnal Penile Tumescence, in Mulall, J., Jenkins, L., Atlas of office Based Andrology Procedures 2017.
arrow top